E’ stato firmato dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dal Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio il Protocollo d’intesa per la diffusione di connettività wi-fi e piattaforme intelligenti sul territorio laziale. Il progetto partirà dai comuni dell’area colpita dal sisma 2016, nei quali saranno predisposti dei punti di accesso wi-fi, con uno stanziamento di oltre un milione e trecentomila euro.

L’obiettivo del Protocollo, della durata di cinque anni, è di promuovere e sviluppare processi di innovazione per favorire l’accesso a internet e ai servizi digitali per cittadini e turisti nelle principali località turistiche e culturali del Lazio, in linea con il progetto “WiFi.Italia.it”, che prevede un sistema unico nazionale di autenticazione per il cittadino e il turista. L’area pilota per la sperimentazione del progetto è quella delle zone colpite dal sisma 2016: Accumoli, Amatrice, Antrodoco, Borbona, Borgo Velino, Castel Sant’Angelo, Cantalice, Cittaducale, Cittareale, Leonessa, Micigliano, Poggio Bustone, Posta, Rivodutri, Rieti. Il finanziamento previsto è così composto: 882.784,80 euro provenienti dai fondi raccolti con gli sms solidali; 449.942,70 euro a carico del bilancio regionale. Il progetto per l’area colpita dal sisma si integrerà con il Piano Banda Ultra Larga, già avviato dalla Regione su tutto il territorio per l’azzeramento del divario digitale, essenziale per dare impulso allo sviluppo imprenditoriale e innovare le amministrazioni pubbliche creando le condizioni per l’offerta di servizi avanzati e garantire i nuovi diritti della cittadinanza digitale a tutti i cittadini del Lazio. Il Lazio non si ferma sulla strada dell’innovazione.