Una definizione di intelligenza artificiale, il nuovo sistema di responsabilità e i contorni del nuovo quadro legislativo che si verrà a creare: sono questi alcuni dei contenuti del Libro Bianco. 

Si sta a poco a poco delineando in Europa il quadro normativo dell’intelligenza artificiale: dopo i rapporti degli esperti e la pubblicazione delle linee guida per un’intelligenza artificiale affidabile, il testo dovrebbe essere presentato a fine febbraio, risultato della discussione pubblica su come affrontare le sfide poste da questa tecnologia nel suo insieme. Quest’ultimo documento altro non è che un testo volto ad avviare una discussione con il pubblico e nelle istituzioni e toccherà temi importanti, tra cui spiccano la definizione dell’IA, il nuovo sistema di responsabilità, i contorni del nuovo quadro legislativo. Uno dei temi caldi, in fase di discussione è stato l’uso di tecnologie di riconoscimento facciale da parte del settore pubblico o da quello privato, che dovrebbe essere vietata per un periodo di tempo compreso da tre a cinque anni.