Al centro dell’attenzione le competenze e, quindi, le persone, definendo un quadro strategico in cui tutte le iniziative si fondano su questo, cambiando l’approccio europeo al tema delle competenze, viste come priorità di investimento e in particolare per le competenze digitali. Si riconosce il ruolo fondamentale dell'educazione e dell'apprendimento degli adulti non solo per il mercato del lavoro, ma anche per diventare individui critici, fiduciosi e indipendenti che possono realizzare il loro pieno potenziale ed essere cittadini attivi. 

Cinque sono le aree di intervento previste, inquadrate nelle dodici azioni dell’Agenda:

  • spingere a un’azione collettiva, mobilitando le imprese, le parti sociali e le parti interessate, affinché si impegnino a lavorare insieme, in particolare all’interno degli ecosistemi industriali dell’UE
  • identificare i mezzi finanziari per promuovere gli investimenti nelle competenze
  • definire una strategia chiara per garantire che le competenze portino a posti di lavoro
  • aiutare le persone a sviluppare le proprie capacità per tutta la vita in un ambiente in cui l’apprendimento permanente è la norma
  • stabilire obiettivi ambiziosi per il miglioramento e la riqualificazione da raggiungere entro i prossimi 5 anni

Il documento completo è consultabile a questo link.