Screening Neonatale

Il nuovo sistema informativo per lo Screening Neonatale gestisce i processi dei vari programmi di screening.

I programmi previsti dallo Screening Neonatale sono tre:

1.Screening Metabolico Esteso, il cui obiettivo è quello di identificare i neonati affetti da alcune malattie metaboliche ereditarie (che generalmente coinvolgono il sistema nervoso, neuromotorio, psicomotorio, il sistema digerente, l’apparato cardiovascolare, il fegato);

2.Screening Audiologico, il cui obiettivo è quello di identificare i neonati affetti da ipoacusia (sordità) congenita;

3.Screening Oftalmologico, il cui obiettivo è quello di rilevare l’eventuale patologia relativa alla cecità e/o l’ipovisione.

  • Destinatari

    Il progetto riguarda:

    • neonati di cittadini residenti e domiciliati nella Regione Lazio;
    • medici di base pediatrici;
    • medici specialistici;
    • ASL, Aziende Ospedaliere.
  • Obiettivi

    L’obiettivo del progetto di Screening Neonatale è quello di dotare le strutture sanitarie di un unico sistema informativo basato su account di accesso personali e gerarchizzati, coinvolgendo i referenti di ciascun Punto Nascita e gli operatori del Laboratorio di Riferimento Regionale e Centro Clinico di Riferimento Regionale. Il progetto pertanto ha la finalità di gestire il percorso di screening di ciascun bambino e di monitorare a livello regionale il funzionamento del programma.

  • Descrizione

    Le attività di screening neonatale si dividono in tre programmi, Esteso, Audiologico e Oftalmologico.

    Per tutti e tre i programmi il Punto Nascita, una volta effettuato il prelievo e/o esame, inserisce nel Sistema i dati anagrafici e anamnestici del neonato, compreso, nel caso di Screening Esteso, il codice identificativo associato al cartoncino, le informazioni su data e ora del prelievo, il peso e l’età gestazionale del nato, i trattamenti e l’alimentazione del neonato, le eventuali trasfusioni, le condizioni cliniche particolari, le modalità del parto. Inoltre, devono essere inseriti i riferimenti necessari per consentire, in caso di richiamo, una rapida reperibilità del neonato (indirizzo e recapiti telefonici dei genitori). Per quanto riguarda lo Screening Esteso tali dati saranno contenuti anche nel cartoncino per la raccolta del sangue. Il Laboratorio di Riferimento Regionale, una volta ricevuto il campione inserisce le informazioni su data e ora di accettazione del campione nel Sistema. Una volta effettuato il test di I livello risulteranno nel Sistema data e ora di analisi, risultato del test ed eventualmente del re-test. I risultati del test sono visibili anche al Punto Nascita del neonato.

    In caso di risultato positivo al test di Screening di I livello (per tutti e tre i programmi), il Punto Nascita avvia le procedure per la ripetizione dell’esame e/o del prelievo e inserisce le informazioni pertinenti nel Sistema (data del contatto con i genitori, data dell’esame/prelievo). Nel caso dello Screening Esteso il Laboratorio di Riferimento Regionale attiva le procedure per la conferma diagnostica, riportando nel Sistema le informazioni pertinenti. In caso di positività al controllo per il basso rischio e in caso di positività ad alto rischio, il Laboratorio ed il Centro Clinico di Riferimento Regionale riporteranno nel Sistema tutte le informazioni di propria competenza.

    Per quanto riguarda gli esami per i programmi Audiologico e Oftalmologico la procedura è più snella perché in caso di risultato positivo al test di Screening di I livello il sistema dovrà immediatamente indirizzare il neonato presso una struttura di II Livello dove effettuare esami più approfonditi. Anche nella struttura di II Livello andranno inseriti i dati relativi agli esami effettuati e se la sospetta patologia dovesse essere certificata allora il sistema metterà a disposizione tutte le informazioni presso la struttura di III Livello per effettuare l’intervento chirurgico.

    Il Punto Nascita avrà l’accesso ai dati dell’intero percorso dei nati sottoposti allo screening nella propria struttura, il Laboratorio ai dati di tutti i neonati sottoposti a screening, i Centri Clinici di Riferimento Regionale ai dati dei soli neonati inviati al loro centro.

    Di seguito una rappresentazione del processo operativo dello screening neonatale.

     

    a

  • Fonti di finanziamento
    BILANCIO REGIONALE
  • Stato di realizzazione
    Da avviare
  • Tempi

    Il progetto è in fase di avvio.