Consolidamento e razionalizzazione dei Data Center regionali

L’utilizzo del G-Cloud (Government Cloud) Computing per la Pubblica Amministrazione è un’opportunità tecnologica che consente il consolidamento, la concentrazione e la razionalizzazione delle risorse informatiche con benefici rilevanti, in termini economici, di efficienza e sicurezza, tanto per gli Enti Locali che per le piccole e medie imprese.

  • Destinatari

    L’intervento è destinato all’Amministrazione Regionale, alle Società e agli Enti partecipati/controllati dalla Regione Lazio, alle Aziende Sanitarie Locali. Successivamente al completamento dell’intervento, sulla base di quanto realizzato e a fronte dell’individuazione di eventuali ulteriori risorse, si prevede l’estensione del piano di consolidamento alle Aziende Ospedaliere ed emergenziali (Ares 118) e a Province, aggregazioni territoriali e Comuni con popolazione inferiore ai 10.000 abitanti (305 Comuni su 378).

  • Obiettivi

    La Regione punta a un innalzamento della qualità dell’infrastruttura tecnologica regionale, essenziale per migliorare la qualità e l’efficacia dei servizi erogati dall'Amministrazione. Il consolidamento infrastrutturale rappresenta anche il presupposto per la costruzione di ambienti applicativi condivisi, declinati secondo i tipici paradigmi del Cloud Computing. 

  • Descrizione

    La Regione Lazio, in considerazione della significativa frammentazione e dispersione sul territorio di Data Center delle PA e Società Partecipate, coerentemente con il Piano nazionale triennale di razionalizzazione e consolidamento dei CED della Pubblica Amministrazione, intende attuare un programma di consolidamento e razionalizzazione dell’ICT regionale. L'intervento, volto al contenimento degli oneri complessivi a carico dell'Amministrazione Regionale, prevede una prima fase di consolidamento infrastrutturale, propedeutico ad azioni di razionalizzazione applicativa.

    L’intervento di razionalizzazione prevede le seguenti azioni:

    • la realizzazione di un nuovo Data Center primario regionale di almeno 1.200 mq, con alti standard di sicurezza e continuità operativa e conseguente riclassificazione del Data Center attuale a secondario;
    • l'impianto di una soluzione di G-Cloud Computing nel nuovo Data Center, su nuove apparecchiature ad alta densità e basso profilo energetico;
    • la migrazione e il consolidamento nella nuova infrastruttura delle consistenze CED, suddivise per domini;
    • il progressivo consolidamento infrastrutturale degli impianti esistenti delle PA sul G-Cloud e dei work-load applicativi;
    • la riqualificazione del personale dedicato.

    AC34

  • Fonti di finanziamento
    POR FESR 2014-2020
  • Stato di realizzazione
    Da avviare