Riconversione delle aree produttive in Aree produttive ecologicamente attrezzate (APEA) e riduzione dei costi energia per le PMI

L’intervento punta a migliorare la qualità delle aree produttive del Lazio e l'efficienza delle imprese che vi operano, favorendo, allo stesso tempo, la crescita di nuove filiere produttive legate alla green economy, a cominciare dalla gestione del ciclo dei rifiuti e dall'energia.

  • Destinatari

    L'intervento riguarda le imprese laziali, in particolare quelle che rientrano nelle Aree di Specializzazione individuate nel documento sulla Smart Specialisation Strategy della Regione Lazio: Aerospazio, Scienze della vita, Beni culturali e tecnologie per il patrimonio culturale, Industrie creative digitali, Agrifood, Green economy, Sicurezza (Homeland security).

  • Obiettivi

    Le imprese del Lazio oggi faticano a coniugare la competitività con la sostenibilità ambientale: le attività produttive emettono elevate quantità di inquinanti (CO2 e altri gas serra) durante il loro ciclo produttivo, utilizzano fonti energetiche non rinnovabili e sono spesso responsabili della dispersione dei materiali residui da attività produttive.

    E’ necessario avviare un percorso di transizione delle imprese laziali verso la green economy, promuovendo la sostenibilità delle produzioni, dell’approvvigionamento energetico e della gestione dei residui produttivi.

    La Regione Lazio vuole favorire l’istituzione delle APEA (Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate), modello già sperimentato con efficacia in altre regioni italiane, sostenendo, sia dal punto di vista strategico, sia con la destinazione di risorse finanziarie, i necessari investimenti delle imprese.

    Le APEA rientrano nel quadro di una strategia articolata della Regione Lazio per la sostenibilità delle attività produttive, che dovrà comprendere anche l’emanazione di nuove leggi e promuovere l'eco-innovazione nelle infrastrutture e nei servizi come fattore competitivo del sistema economico del Lazio.

  • Descrizione

    La Regione Lazio individuerà aree pilota nelle quali sperimentare il processo di riconversione produttiva in senso sostenibile, puntando anzitutto alla riduzione di almeno il 25% delle emissioni inquinanti attuali, all'aumento dell'utilizzo delle energie rinnovabili, alla riduzione del consumo di energia e al riciclo dei materiali provenienti dalle lavorazioni nelle imprese del territorio regionale. In questo modo le Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate miglioreranno le performances tecnologiche, produttive, economiche ed ambientali delle imprese.

    Per realizzare l'intervento saranno erogati incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive, anche attraverso l'installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l'autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza; verranno sostenute attività collaborative di ricerca e sviluppo per la creazione di nuove tecnologie sostenibili e di nuovi prodotti e servizi; verranno finanziate anche azioni per l'adeguamento degli impianti consortili di depurazione dei rifiuti industriali e il loro riciclo (anche con fondi L.R. 60/1978).

    Inoltre verranno intraprese azioni che promuoveranno e finanzieranno accordi tra soggetti diversi (pubblici/privati) per l'istituzione di APEA anche attraverso l'individuazione di un soggetto unico promotore di una progettualità specifica.

    AC10

    AC10 bis

     

  • Fonti di finanziamento
    BILANCIO REGIONALE, POR FESR 2014-2020, ALTRE RISORSE
  • Stato di realizzazione
    In corso di realizzazione